Alimenti e generi di prima necessita' consegnati alle famiglie in difficolta' - Comune di Pero (MI)

archivio notizie - Comune di Pero (MI)

Alimenti e generi di prima necessita' consegnati alle famiglie in difficolta'

 
Alimenti e generi di prima necessita' consegnati alle famiglie in difficolta'

ALIMENTI E GENERI DI PRIMA NECESSITA' CONSEGNATI ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA': 800 PERSONE AIUTATE

 

Una rete di solidarietà coordinata dal COC.
Il Sindaco Maria Rosa Belotti: "Abbiamo scelto di portare i pacchi a casa, in modo da permettere ai beneficiari di non uscire"

 

Pero, 17 Aprile 2020 - Grazie alla misura per il sostegno alimentare messa in campo a livello governativo, ai comuni italiani sono state trasferite importanti risorse per far fronte all'emergenza ed al comune di Pero sono stati destinati circa 60.000 euro. Un contributo straordinario che abbiamo potuto utilizzare in modo autonomo.
Per dare una risposta immediata alle persone in difficoltà e limitare il più possibile le uscite di casa da parte dei cittadini, abbiamo optato per la consegna diretta dei generi alimentari e dei beni di prima necessità.
Dietro questa iniziativa che permette di dare sostegno ad un numero elevato di famiglie c'è una macchina organizzativa che ha innanzitutto contattato i nuclei più fragili già conosciuti dai servizi sociali per verificare il loro attuale stato di bisogno. Nel contempo è stato emesso avviso pubblico per dare modo a tutte le persone che stanno vivendo situazioni difficili a causa dell'emergenza Coronavirus di presentare domanda per ottenere il sostegno alimentare.
Tutto ciò si sta realizzando in stretta sinergia con la nostra società di ristorazione, la Settimopero Wellfood, che produce i pasti per i nostri studenti. Perché questa scelta?
- Perché abbiamo potuto acquistare i prodotti al prezzo della grande distribuzione e quindi offrirne una maggior quantità e a più persone permettendo a tutti quelli che ne hanno fatto richiesta di accedere a tale iniziativa.
- Perché I nostri collaboratori possono lavorare, nonostante il periodo di crisi.
- Perché l'organizzazione della Welfood ci ha permesso di personalizzare i pacchi, in base al numero e all'età dei componenti e rispettando le diete speciali.
Alla spesa effettuata con Welfood vanno aggiunte le spese per prodotti per l'infanzia forniti dalla Farmacia comunale.
Un'importante realtà commerciale del territorio ci ha fornito cartoni e borse per la consegna dei pacchi.
Un altro imprenditore ci ha erogato un contributo utilizzato per l'acquisto delle Uova di Pasqua che abbiamo potuto mettere nei pacchi consegnati la scorsa settimana alle famiglie con bambini.
Grazie alla collaborazione dei numerosi volontari, che lavorando 5 giorni su 7 dalle 7:30 alle 14:00 in collaborazione con i dipendenti della Welfood garantiscono la sistemazione dei beni nelle scatole, grazie alla Caritas parrocchiale che ci ha messo a disposizione i propri mezzi e grazie alla Protezione Civile, possiamo portare i generi alimentari direttamente a casa dei cittadini. Questa è un'azione fondamentale per il contenimento del virus! Non dimentichiamoci infatti che per superare questa emergenza sanitaria dobbiamo uscire dalle nostre case il meno possibile.
Osservando i numeri si comprende quanto sia ampia la portata della misura, ampiezza che l'altra modalità consentita (ovvero la distribuzione di buoni spesa) non avrebbe certo permesso. I nuclei familiari che hanno beneficiato della misura sono 253 (di cui 59 in carico ai servizi sociali), per un totale di 800 persone (di cui 188 in carico ai servizi sociali). In conclusione è stato raggiunto dagli aiuti il 7,2 % dei cittadini di Pero.
Infine si evidenzia che le risorse disponibili permetteranno all'amministrazione comunale di consegnare almeno 3 spese per nucleo familiare, una ogni 10 giorni, fino alla fine del mese di aprile/primi di maggio.


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (41 valutazioni)