Dismissione fossa biologica - Comune di Pero (MI)

Notizie - Comune di Pero (MI)

Dismissione fossa biologica

 

Ai sensi del Regolamento Regionale n°6/2019 art. 5, gli scarichi di acque reflue domestiche, assimilate e di acque meteoriche di prima pioggia individuate ai sensi del Regolamento Regionale n°4/06, originati all’interno delle zone servite, devono essere recapitati nella rete fognaria pubblica nel rispetto delle prescrizioni del Regolamento del Servizio Idrico Integrato. Il Comune di Pero risulta servito da pubblica fognatura per la totalità del territorio pertanto gli utenti sono assoggettati al pagamento del canone di fognatura e depurazione sussistendo l’obbligo di allaccio nelle modalità specificate nel Titolo 6 del Regolamento; il Regolamento prevede altresì che con la realizzazione dell’allaccio alla rete fognaria vengano dismessi eventuali sistemi di pretrattamento interposti (fosse biologiche, imhoff,...).

È possibile procedere alla richiesta di dismissione fossa biologica e allacciamento alla pubblica fognatura contattando il Servizio Telefonico di Assistenza Clienti al numero verde 800.428.428 a seguito della quale un tecnico provvederà a ricontattare l’utente.

Ai fini del corretto espletamento della pratica si invita a verificare anticipatamente l’esistenza dello scarico di troppopieno della biologica collegato alla rete fognaria.

Prima della dismissione della fossa biologica dovrà essere predisposta una cameretta di ispezione del tipo Braga Sifone Ispezione (BSI) come da Allegato 2 del Regolamento del Servizio Idrico Integrato consultabile nella sezione Documenti Utili del sito www.Gruppocap.it ; la cameretta realizzata, ove possibile, all’interno della proprietà deve essere facilmente accessibile ed avere dimensioni adeguate.
Nel rispetto dell’ Allegato 1 del Regolamento le acque meteoriche dovranno essere disperse in loco tramite pozzo disperdente; in alternativa è possibile valutare l’impiego di tubi drenanti o il conferimento in corso idrico superficiale, se possibile e previo ottenimento degli opportuni permessi; i casi in cui non sia possibile applicare le suddette raccomandazioni, saranno valutati singolarmente.

Qualora l’immobile dovesse ricadere all’interno della fascia di rispetto dei pozzi di captazione soggetti alla disciplina delle aree di salvaguardia delle acque superficiali e sotterranee destinate al consumo umano, come indicato nell’art.94 del Dlgs 152/2006 e s.m.i che regola le norme in materia ambientale, è vietata dispersione nel sottosuolo di acque meteoriche provenienti da dilavamento di piazzali e strade; le restanti acque meteoriche ricadenti su coperture e piazzali non soggetti a movimentazione di mezzi meccanici potranno essere disperse in loco sul suolo, negli strati superficiali del sottosuolo o conferite in corso idrico superficiale, se possibile e previo ottenimento degli opportuni permessi.

Si rammenta che qualora la dismissione dovesse comportare opere edilizie sarà necessario presentarne il progetto presso l’ufficio edilizia privata del Comune per l’ottenimento del relativo titolo edilizio ove richiesto.
Nel caso in cui la biologica non fosse dotata di scarico collegato alla rete fognaria l’utente dovrà procedere alla richiesta di nuovo allacciamento fognario che sarà preventivato come da Elenco Prezzi ufficiale pubblicato sul sito di Gruppocap https://www.gruppocap.it/.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (197 valutazioni)